FANDOM


Sono sola in casa mentre scrivo questo, desta a causa dei miei problemi di sonno, e sono esattamente le ventitré e cinquantaquattro minuti.

Non so cosa scrivere, vorrei solo passare il tempo in attesa di Morfeo a dire il vero, per cui lascio vagare la mia immaginazione e spaziare la mente: gli scricchiolii di porte e finestre divengono malviventi che cercano di entrare in casa, il gocciolio del rubinetto una creatura maligna e il rumore di passi al piano superiore sembra reale.

Tuttavia, non ho ancora trovato l'ispirazione che cercavo.

Vi farò sapere.

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.