Creepypasta Italia Wiki
Advertisement
Creepypasta Italia Wiki
Carlos Eduardo Robledo Puch

Luogo omicidi: Argentina – Buenos Aires

Periodo omicidi: 1971 – 1972

Vittime: 11, miste

Soprannominato dalla polizia “La Bestia Umana” e “Angelo della Morte”, Robledo Puch cresce in una bella casa e in una famiglia della media borghesia. Da bambino, inizia a studiare pianoforte, inglese e tedesco. Tutte le domeniche va a messa con la madre, mentre il padre, un ingegnere, è decisamente meno religioso. Ha una faccia angelica e un'aria perennemente malaticcia. Soffrirà d'asma per tutta la vita. A sedici anni, Robledo Puch fa l'incontro che gli cambia la vita e conosce Jorge Ibanez, un ragazzo più grande che ha l'abitudine di rubare soldi agli anziani e le offerte delle chiese, e verso il quale prova un'attrazione irresistibile che fa uscire allo scoperto la sua omosessualità latente. Insieme, iniziano a derubare svariati negozi nel 1970 e nel 1971 e, con i soldi rubati, si comprano automobili, moto, orologi e gioielli. Il 18 marzo 1971, insieme a due complici (lo stesso Ibanez e un certo Hector Somoza) commette un duplice omicidio: durante un'irruzione in un appartamento per svaligiarlo, spara a due persone anche se stanno dormendo e non costituiscono una minaccia. Da quel momento, Robledo Puch inizia a uccidere senza alcun motivo apparente e tra le sue vittime ci sono donne disarmate, impiegati notturni colti di sorpresa, soprattutto mentre stanno dormendo.


Tratto da: "I serial Killer" di Vincenzo Maria Mastronardi e Ruben De Luca

Advertisement