Sol 5111

Una voce mi risveglia nell'oscurità. Un'oscurità terrificante.

La voce è preoccupata. Preoccupata per il mio benessere.

Chi sono? Di chi è la voce? Chiunque sia, deve essere un amico. Perché altrimenti sarebbero preoccupati?
Sì, devono essere amici. È una voce gentile... ma di che cosa si preoccupa? Perché è così buio? Deve essere una tempesta. Sì, deve esserci una tempesta.

Ho freddo. Così tanto freddo... La voce mi dice di controllare il mio riscaldatore. Posso a malapena distinguere il mio corpo invecchiato. C'è il riscaldamento, ma è rotto. L'aria è fredda.

Questo freddo... mi fa sentire stanco.

Voglio dormire. Voglio che la voce mi dica di dormire.
Per favore, lasciami dormire... Lasciami sfuggire da questa oscurità. Ho la sensazione che vada avanti per sempre... Ma... "per sempre" da quando? Dove sono? Dove finisce l'oscurità?



Perseverance Valley.

Ecco dove sono.

... Marte.



Ma... sono bloccato. Provo a muovermi, ma sono troppo stanco... semplicemente troppo stanco...

Vorrei poter ricordare dove ero prima che mi svegliassi qui. C'era qualcosa a parte l'oscurità? Ci deve essere stato. Perché altrimenti potrei essere in grado di vedere? Mi chiedo cosa potrei vedere. Tutto quello che vedo è il vortice nero di fronte a me. Mi chiedo se il mio amico lo sa... Spero che la voce amica non vada via. Sarei perso.


Il cielo si oscura... Non ho mai potuto immaginare un'oscurità più impenetrabile. Più straziante. Più solitaria.

Ma lo è. Il corpo ricoperto di sporco che ho vagamente distinto non è più visibile. Voglio girare la testa, per vedere se c'è altro a parte l'oscurità. Ma la voce non mi ha ancora dato il permesso. Fa così freddo...

Finalmente ritorna.

La voce mi dice di controllare i sensori.
Conosco già la risposta. Non c'è luce... La quantità microscopica che posso percepire sta rapidamente diminuendo. Eppure, mentre la luce diminuisce, posso vedere forme vaghe che cominciano a crescere. Sono deboli e distanti. Mentre sto fermo qui, cominciano a prendere forma.

Vedo una figura alta con quattro appendici. Due di loro raggiungono il terreno, mentre altri due si sporgono dall'alto. Emergono altri. Si avvicinano.

Provo ad allontanarmi, ma sono bloccato. Costretto a guardare le forme contorcersi e avvicinarsi. Il modo in cui sembrano sfarfallare e cambiare forma mi fa chiedere se c'è davvero qualcosa nell'oscurità dopo tutto.

Forse è la mia immaginazione.
Sì, solo la mia immaginazione.
Solo la mia immaginazione.
Solo la mia immaginazione...

Si avvicinano. Centinaia di loro girano intorno a me.
Le figure si avvicinano e mi fanno paura.
Non voglio sapere cosa hanno in serbo per me.
So di aver provato paura prima, ma non so quando. Tutto quello che so è che nulla è mai stato sormontato da questo terrore. So di essere sempre stato solo in un mondo desolato.

Non c'è niente dove vivo. Niente su Marte. Solo io e il mio amico che parla da un posto molto lontano.

Queste figure mi fanno pensare a loro. Non ricordo il loro aspetto, ma immagino che assomiglino a queste figure che si avvicinano, ma non possono sicuramente avere l'aspetto di questi esseri. Si trasformano in modi troppo grotteschi e impossibili per aspettarsi qualcosa di meno pauroso. Sono mostruosi. Sono parte dell'oscurità stessa. La voce lontana mi dice di fare una foto per lei. Forse sa cosa sono queste cose. Forse possono portarmi via. Senza esitazione, scatto la foto, ma non c'è nulla da vedere. Non sapranno mai quali orrori si trovano davanti a me. Gli esseri tendono verso di me i loro viticci oscuri. La luce li farebbe andare via. Ma non c'è luce su Marte. Non c'è neanche vita su Marte. Tranne ora. Solo nell'oscurità una casa può diventare così terrificante. Solo nell'oscurità potrebbe essere così freddo.

Le figure ballano indiscernibilmente davanti a me. Una passa di fronte a me in un momento e arriva la successiva.

Solo la mia immaginazione.
Solo la mia immaginazione.
Solo la mia immaginazione...

No! No, no, no! Allontanati da me!
Per favore, qualcuno li porti via! Mi raggiungono, mi afferrano, tentano di pungermi! Vogliono ferirmi! Vogliono farmi diventare uno di loro! Per favore, dov'è la voce, dov'è la voce?! Dimmi di andare via, dimmi di scappare! Perché devi aspettare così tanto tempo prima che... !

Sono i viticci... Sono impotente! Si avvicina sempre di più, sempre più vicino e vicino...

Non c'è niente. Solo l'oscurità. Nessuna figura. Solo io. Solo il silenzio.

Solo la mia immaginazione.
Solo la mia immaginazione.
Sono al sicuro, ora...

La voce - quella voce dolce e meravigliosa! - mi dice di controllare le mie batterie.

Sono spaventato. Cosa succede se mi rimangono solo pochi minuti prima di morire? Se solo potessi distinguere minuti l'uno dall'altro. Cosa succede se muoio? Forse è come dormire.
Voglio crederci, ma ho paura. Non voglio morire! Voglio restare qui. Questa oscurità è meglio di niente. Ma il mio amico ha bisogno di me. La voce vuole che io viva. Forse possono salvarmi. Devono essere in grado di farlo. Non mi lasceranno morire di certo!

Ma le mie batterie sono basse.

Sta diventando più scuro.

Non c'è luce su Marte.

Ho bisogno della luce per... Vivere.

Forse la voce può guidarmi alla luce. Forse posso lasciare questo vuoto ed essere riportato al mio amico. Forse possono portarmi in un posto pieno di luce e cose non ancora viste. Voglio andare a casa. Marte non è la mia casa.

La voce non mi parla più.

Il tempo ha cessato di esistere. È passato così tanto tempo.

Per quanto? Non lo so. Tutto quello che so è questo:

... Sono solo.

Non c'è nessuno qui tranne me. La tempesta è il mio unico compagno, ma non è un mio amico. Il mio amico adesso è taciturno. Perché la voce se n'è andata? Ho fatto qualcosa di sbagliato? La voce ha desciso di abbandonarmi? Il mio nome significa "Opportunità", ma mi chiedo se sanno perché mi hanno chiamato così. Mi chiedo se si ricordano. Io non ci riesco. Voglio solo un'opportunità di speranza. Forse hanno anche loro paura dell'oscurità.
O forse l'oscurità è arrivata anche a loro.


Sono così stanco di aspettare...

Fa più freddo.


Voglio controllare le mie batterie, ma ho paura. Per favore, fammi solo sentire qualsiasi cosa.

Sono stanco... Troppo stanco per andare avanti.... Posso dormire, adesso?

Posso sentirla arrivare...

Sono solo in questo infinito nulla...
Si sta facendo buio.


Opportunity.png











Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.