Creepypasta Italia Wiki
Advertisement
Creepypasta Italia Wiki

Voglio condividere con voi la mia esperienza con un gioco che ha cambiato la mia vita in modi che non avrei mai potuto immaginare. Il gioco si chiama "Dark Ring".

Tutto iniziò quando ritrovai questa vecchia cartuccia di gioco nel mio negozio di videogiochi preferito.

L'etichetta era un po' logora e le condizioni del gioco usato non erano ottime, ma l'atmosfera misteriosa mi incuriosì da subito.

Comprai il gioco e tornato a casa decisi di inserirlo nel vecchio mio Game Boy, da quel momento iniziò il mio incubo.

Copertina Creepypasta


Il gioco iniziò con un sogno. Una ragazza, Nicke, mi avvertì di una minaccia incombente. Un antico orrore impronunciabile sarebbe disceso sul mondo di gioco e avrebbe sterminato l'umanità. Mi disse che l'unico modo per fermarlo era quello di sconfiggere alcuni guardiani all'interno del gioco. Così, mi trovai immerso in un mondo oscuro e inquietante, pronto a intraprendere questa missione.

Successivamente ci ritroveremo in una casa ad impersonare i panni di un ragazzo o di una ragazza, potremmo inserire il nome al nostro pg.

Nel mio caso scelsi Alex e selezionai lo sprite maschile. Usciti dalla piccola abitazione del nostro alter ego potremmo visitare una cittadina semi desolata di nome "Host Town". L'insediamento era in apparenza tranquillo con una musica nostalgica e qualche NPC non particolarmente loquace con i quali era possibile interagire o comprare pozioni ed altri oggetti di gioco. Se i nostri HP dovessero esaurirsi, ricominceremmo dalla nostra camera da letto come se non fossimo mai morti.

L'overworld di gioco con i dungeon veri e propri si sviluppa infatti attorno al villaggio, la pacifica cittadina sembra essere infatti completamente isolata e collegata solo a delle strade che portano ai livelli veri e propri. È possibile accedere a qualsiasi dungeon fin dall'inizio a seconda della direzione in cui usciremo dalla città. L'unica eccezione è il Santuario dell'Anello Oscuro, situato al centro della città sotto la chiesa. Tale livello sarà sigillato da una porta con quattro incavi, dove dovremo inserire delle sfere, ottenibili sconfiggendo i guardiani degli altri santuari.

Il primo livello era un oscuro bosco chiamato Bosco del Crepuscolo. Attraversai sentieri intricati e lottai contro creature oscure mentre cercavo il primo sigillo. Il boss di questo livello, Il Mietitore, era veloce e spaventosa, ma con determinazione e coraggio riuscii a sconfiggerlo e ad ottenere la prima sfera.

Successivamente, mi addentrai nel Tempio della Penombra, un luogo antico e pericoloso, pieno di enigmi da risolvere.

Qui, il Guardiano delle Tenebre, una creatura imponente simile ad un colosso deforme, mi mise alla prova con la sua forza e ferocia.

Si trattava di una prova a tempo dove bisognava fuggire dalla creatura evitando vari ostacoli mortali.

La mia avventura mi portò poi nella Città Abbandonata di Acilii, un luogo desolato e inquietante. Attraversai le strade deserte e gli edifici in rovina con un senso di inquietudine combattendo contro le illusioni create da Spectra, l'Ombra Spezzata. Non si trattava di una vera e propria bossfight, era più una gimmick psicologica. Ma sapevo che dovevo continuare, per Anna e per fermare il male che minacciava il nostro mondo.

Il Labirinto dell'Oscurità Eterna fu la mia prossima sfida. Era un intricato labirinto di illusioni e trappole, ma alla fine riuscii a sconfiggere anche l'orrida bestia che presenziava il dungeon e a proseguire verso il mio destino finale.

Infine, raggiunsi il Santuario dell'Anello Oscuro, dove il demone stesso era sigillato. Eclipse, il Demone Incatenato, era potente e spaventoso, sputava fiamme e poteva evocare le anime degli altri boss precedentemente sconfitti con i loro relativi attacchi. Dopo un estenuante battaglia e svariati tentativi, riuscii a superare anche la prova finale e ad uscire dal Santuario che stava sprofondando nelle viscere della terra.

Ogni boss richiese strategie uniche per essere sconfitto e rappresentò una sfida significativa nel percorso di Alex per fermare la minaccia oscura.

Tuttavia, dopo aver sconfitto tutti i guardiani Alex si trovò faccia a faccia con Nicke, la ragazza del suo sogno, con un sinistro ghigno che le deformava il viso e trasformata in un'entità mostruosa.

Si scoprì che è stata lei tutto il tempo a trarlo in inganno per liberarla dalla sua prigione, i vari boss infatti erano stati posti a sorveglianza di sigilli che la relegavano all'interno della cartuccia di gioco da tempo immemorabile.

Ormai libero, il demone iniziò a ridere distorcendo i suoni della console e minacciò di diffondere il caos e la distruzione nel mondo reale.

Il gioco si spense, quando lo riaccesi i dati di gioco erano stati cancellati.

Era possibile iniziare una nuova partita ma del sogno e dei dialoghi con Nicke non vi era più traccia, come se il codice di gioco si fosse riscritto.

Mi era chiaro ormai che non potevo più fermare l'oscurità che avevo scatenato.

Dark Ring GB
Advertisement