FANDOM


Sono passate due settimane da quando mi sono spostato in questa casa, un bel monolocale in una città il cui nome ancora faccio fatica a pronunciare. Da quando sono morti i miei genitori in uno strano incidente stradale, ho delle visioni... I miei genitori che si risvegliano dal loro eterno sonno... Che cercano qualcosa... Non saprei come spiegare. Oggi stavo navigando un po' su internet quando, all'improvviso, mi apparve davanti agli occhi un'immagine sfocata... Incomprensibile. Ero certo che qualcosa stava per accadere ma non sapevo cosa. Dopo essermi ripreso, iniziai a pensare alle mie visioni... A cosa erano dovute, cosa mi succedeva?


Ieri sera mi sono svegliato di colpo, era una delle solite visioni che avevo... Però questa volta era diverso, era più intenso: Vedevo i miei genitori, o almeno quello che restava di loro, dirigersi verso la mia casa... Sembravano preoccupati. La cosa più strana, però, era che avevo trovato un biglietto nella casella postale che avevo fuori casa, era accartocciato. La mia curiosità mi spinse a leggerlo: "Scappa da questa casa, per favore scappa." Evidentemente era qualche vicino che mi voleva spaventare... Ma stranamente era la scrittura di mia madre, forse è solo una coincidenza.

Dopo l'ennesima visione capii cosa volevano i miei genitori: Stavano fermi davanti casa mia, mi sembrò di vedere una lacrima solcare il viso di mia madre... Si avvicinavano sempre di più alla porta della casa, mio padre aprì la porta... E... Nella cucina... C'ero io... Con un coltello in mano... Intento ad accoltellare i miei genitori. Capii che io li ho uccisi e non morirono in un incidente.




Diario del paziente 666 del manicomio DeGoster Street.



Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.