FANDOM


Sono dappertutto, sento la loro presenza insinuarsi e avvicinarsi alle mie spalle come un'ombra di morte, avidi di anime e carne.
Le loro grida perforano i miei timpani e mi incutono un arcano timore, si fanno beffe di me, un normale essere umano che lavora come ogni brav'uomo, che sta semplicemente cercando di giungere al suo amore.

Non ce la faccio più a stare in questa maledetta magione infestata, mi sento osservato fin troppo da quelle cose.
Devo uscire.

Mamma mia! Una si è avvicinata! È dietro di me, lo sento, sento il rumore delle sue fattezze ectoplasmatiche che ondeggiano nell'infestata aria, posso oder la sua lingua schioccare ritmicamente e la sua sommessa e acuta risata avvicinarsi sempre di più: Hanno fame.
E così perderò di nuovo, e poi dall'inizio ancora in questa bolgia infernale...

No! Devo vincere le mie paure!

Mi giro di scatto, non è poi così grande come lo immaginavo, è alla pari della mia inutile altezza... lo osservo dal basso del mio cappello rosso, speriamo che quella "M" mi porti fortuna.

Come inizio a fissare l'immonda creatura essa si ferma, fissandomi e sgranando quegli occhi pieni d'odio e fame, poi li chiude nascondendosi... che abbiano paura di vedermi?
No, mi sta solo sbeffeggiando!

Continuo a fissare la creatura, i suoi occhi, che fino a poc'anzi erano lingue di fuoco, ora non son altro che due piccole fessure, sembra scrutarmi, vuole sembrare nascosto.
Indietreggio lentamente, devo trovare una porta e uscire da questo incubo, sono sicuro che di quei mostri ce ne sono molti altri qui dentro, mi sento oppresso, devo scappare!

Ecco di nuovo quell'inconfondibile risata alle mie spalle, ma questa volta sembra più grosso.
Dovrò soffrire le pene dell'inferno ancora.
E poi ricominciare da capo.






Xlarge mpuncekar mario boo



Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.