FANDOM


24/09/2014 16:40

Caro diario, so che non ti scrivo più da mesi ormai e scusami se salto i convenevoli, ma ho qualcosa di veramente importante da dirti e ho come la sensazione... No, non è sola una sensazione. Ne sono certa, sto per morire.


25/09/2014 3:45

Caro diario, scusa se riprendo a scriverti adesso, ma devo stare molto attenta, altrimenti Adrian mi scoprirà. Ho dovuto aspettare che si addormentasse profondamente prima di riscriverti. In questi giorni il suo sguardo non mi abbandona un attimo, mi segue ovunque attento come fosse la mia ombra. Non mi permette di uscire di casa, infatti prima ho potuto scriverti soltanto perché lui è uscito per una ventina di minuti. Adrian adesso è steso al mio fianco, ho dovuto fingere di essermi assopita fino a che non ho sentito il suo respiro farsi lento e pesante, e credimi adesso sono così spaventata che possa svegliarlo che quasi trattengo il respiro e prego che il rumore della penna che incide sulla carta come in preda ad un raptus di folle isteria non giunga alle sue orecchie. Se penso ai mesi passati gli occhi mi si riempiono di lacrime. Sono stati i giorni più belli e felici della mia vita, pieni di amore calore e dolcezza imparagonabili. Questi mesi passati con Adrian, con Lui. Sono finiti adesso, lo so perché io sto per morire. Lui sta per uccidermi. Mesi e mesi passati, il mio corpo come avvelenato, il mio corpo stanco, troppo stanco da non riuscire neanche più a dormire la notte. La mia mente stanca di questa recita che è adesso la mia vita, fingere che tutto vada bene, affinché Adrian non si accorga di nulla, affinché non scopra che so che Lui sta per uccidermi. Ho sofferto in questi mesi, il mio dolore così profondo così acuto, aumenta sempre più fino a che non mi mordo così forte il labbro da sanguinare per trattenere le urla che muoiono in gola. Adrian quando succede mi abbraccia, mi accarezza dolcemente la schiena sussurrandomi premuroso alle orecchie, finché il dolore scema del tutto. Il mio dolore è il suo godimento, lo so. Anche se in quei momenti non riesco a vedere il suo volto lo so. Lui gioisce delle mie pene E io morirò per Lui perché lo amo. Lo amo immensamente, anche in tutto questo immenso oceano di dolore. Io lo amo. Caro diario adesso il momento è giunto. Ecco lo sento, il dolore sta esplodendo dentro di me, sento delle urla nelle orecchie. Sono le mie? Troppo dolore, non riesco a capire. Adrian si sveglierà adesso. Caro diario è la fine, e non ho più paura. Le urla sono cessate, io non sento più nulla. Sto morendo, adesso.

Quando Adrian leggerà digli che lo amo e continuerò a farlo per sempre.

Quando un giorno Lui ti leggerà, digli che l'ho amato immensamente, più della mia vita Anche se mi ha ucciso.

Perché io sono la sua mamma e Lui il mio adorato bambino.

IMG 20200526 110418








Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.