FANDOM


Mi dice di lasciarmi andare, che così tutto si sistemerà e, da una parte, le credo. Dall'altra però, ho la consapevolezza che si tratta di una bugia, un qualcosa a cui mi aggrappo disperatamente perché non so che altro fare.

Ci sono volte in cui bisogna aprire gli occhi, ma non ci riesco. Non riesco più ad essere razionale e a riflettere in maniera lucida.

Continuo così a dare pennellate con la lama, sperando che presto avrò la risposta alle mie domande; avverto già le sue dita fredde avvolgermi in un abbraccio eterno.

Un abbraccio senza fine.

Un abbraccio mortale.

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.