FANDOM


Giugno 2013.

Ore 3.30.

Non riesco più a guardarmi in faccia.

Devo avvisare Johnson che domani mancherò alla riunione...

Sento degli scricchiolii lungo la strada che mi porterà a casa, dove potrò sbronzarmi di Vodka e Birra.

Mi giro, ho freddo alle spalle.

C'è una pozzanghera a terra, noto il riflesso della mia faccia.

C'è qualcuno dietro di me, lo so.

Avviso Charlie, deve venirmi a prendere, ho troppa paura.

Sento qualcosa avvicinarsi alle mie spalle... Non voglio morire.

Sento delle strane risate... Meglio se inizio a correre.

Inizio a provare affanno, sono un uomo morto...



Alle mie spalle non c'è nessuno.

È troppo tardi, mi ha già catturato.

Sto lacrimando... Vedete com'è bella la vita?

Mi giro, è lontano.

Guardo dal lato opposto, è vicino.

È ora di farla finita una volta per tutte.

Inizia a correre Charlie, corri via da me.

Ricordi come giocavamo da piccoli a nascondino? Stranamente abbiamo smesso.

Nasconditi Charlie, sto iniziando a contare.
400px-Aqhia









Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.