FANDOM


Nell'Europa medievale viveva una giovane donna, Elisa Day, la cui bellezza era paragonata a quella di una rosa selvatica che cresce lungo un fiume, rossa come il sangue. Un giorno, un giovane uomo arrivò nella sua città e si innamorò di lei al primo sguardo. Si incontrarono per tre volte: il primo giorno lui andò a trovarla a casa; il secondo le portò una sola rosa rossa e le chiese di incontrarlo di nuovo dove crescevano le rose selvatiche. Il terzo giorno la portò al fiume, dove la uccise. Si dice che l'orrendo uomo abbia aspettato che Elisa fosse di spalle, per poi prendere in pugno una pietra, sussurrando "tutta la bellezza deve morire", e con un colpo secco, ucciderla. Le mise una rosa tra i denti e spinse il suo corpo senza vita nel fiume. Alcune persone dichiararono di aver visto il suo fantasma vagare la riva del fiume, il sangue che correva lungo il lato della testa, una sola rosa in mano.

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.