FANDOM


Salve a tutti, mi chiamo Stefano e ora vi racconterò la mia storia: è da pochi giorni che mi sono trasferito in questa nuova casa, mia madre dice che è stata una fortuna trovare una casa così bella a poco prezzo. In effetti ha ragione, è una villa bellissima: tante stanze, niente di rotto, insomma, perfetta. Il 4° giorno, nella mia nuova stanza trovai un diario, era pieno di polvere e c'era scritto il nome "Roberta". Subito ho pensato che dovesse essere il diario dell'ex proprietaria della casa e, senza pensarci due volte su, iniziai a leggerne il contenuto.

23 Maggio 2000

[È da un po' di giorni che questo ragazzo passa davanti alla mia casa, è così carino! Voglio parlarci assolutamente!]


"Beh, era una ragazza normale" pensai, "la solita ragazza che scrive cose insensate nel suo Diario".

28 Maggio 2000

[È da tanto che non ti scrivo Diario, sono riuscita a parlare con quel ragazzo, si chiama Davide e vive non molto lontano da qui, usciamo quasi tutti i pomeriggi è così dolce e carino!]


Per almeno 4 mesi era sempre la stessa storia, lei parlava sempre di quel ragazzo, ma poi, tutto cambiò.

4 Novembre 2000

[MI FA SCHIFO! NON LO SOPPORTO PIÙ! MI HA GETTATA COME FOSSI UN VECCHIO GIOCO, FARÀ UNA BRUTTA FINE!]


Queste parole mi fecero spaventare un po', ma poi ho subito pensato "È solo un momento di rabbia, non gli farà nulla".

Ormai quel Diario per me è diventato come un libro.


7 Novembre 2000

[Oh, mi sento così bene... Ha sofferto come si deve]


Stranamente quella pagina era sporca di sangue, ormai secco, quindi decisi di andare su internet per verificare se ci fosse stato qualche omicidio da queste parti. Accesi il pc e trovai subito la notizia "Ragazzo ucciso, ancora non si trova l'assassino". Iniziai a spaventarmi sul serio. Fortunatamente la ragazza non aveva più scritto nulla dentro il suo diario, quindi lo buttai dentro uno scatolone e scesi a mangiare. Al mio ritorno, trovai il diario sul mio letto, era aperto, urlai subito contro mio fratello "TI HO DETTO UN MILIONE DI VOLTE CHE NON DEVI ENTRARE IN CAMERA MIA, CAPITO?!" Lui arrabbiato mi disse che non era mai entrato in camera mia, ma io non gli credetti, andai verso il diario e vidi una cosa, che mi fece rabbrividire.

13 Gennaio 2011

[Non ti hanno insegnato che non si leggono le cose altrui?]

Spaventato gettai il diario a terra e dissi a mio fratello di smetterla con i suoi scherzi infantili. Ovviamente lui, come prima, disse di non aver fatto nulla e, arrabbiato, andai a dormire. La mattina dopo trovai il diario sulla mia scrivania, di nuovo aperto, andai a leggere e...

14 Gennaio 2011

[ALLORA?! ORA DORMI ANCHE NEL MIO LETTO?! ALMENO LASCIAMI UN PO' DI SPAZIO LA NOTTE!]

Andai subito da mio fratello, arrabbiato per lo scherzo subito, sempre stessa storia, diceva di non esser stato lui, la cosa mi iniziava a spaventare, la giornata passò tranquilla, tornai a casa e... Stessa storia, di nuovo quel diario aperto sul mio letto.

14 Gennaio 2011

[Caro Diario, questi giorni mi tocca dormire con un ragazzo che neanche si è presentato, non so neanche come si chiama, mi tratta male, mi butta giù dal letto e come se non bastasse, legge il mio diario! Ormai i ragazzi mi trattano tutti male, urlano, scappano... Ma prima o poi tutto questo finirà!]

La cosa mi spaventava, sempre di più! Vi giuro, in quel momento avevo una paura che non potete neanche immaginarvi, andai a dormire impaurito, ero sicuro che non si trattava di uno scherzo ma cercai di non pensarci. Il giorno dopo stessa storia.

15 Gennaio 2011

[Anche questa notte non mi hai fatto dormire! Mi hai fatto male dannato! Farai la stessa fine di quel ragazzo!]

Spaventato andai da mia madre, per dirle tutto quello che mi stava succedendo, lei mi disse "Basta scherzi, sei grande per questo, no?" Io mi arrabbiai con lei e mi chiuse in camera. La notte ero spaventato, stavo nel mio letto, con tutte le luci accese, ad un certo punto... Vidi un viso dalla mia finestra, un sorriso, il riflesso di una lama poi, tutto nero. Odio la gente che guarda le cose degli altri senza chiedere!

Ora gentilmente... Potete smettere di leggere il mio Diario?

Diary

Modi


Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.