FANDOM


Durante la Grande Depressione negli U.S.A. i cittadini non avevano un lavoro o soldi per soddisfare la famiglia o loro stessi. Quindi le scorte erano scarse durante quel periodo.

Ogni volta che un bambino o bambina si lamentava perchè aveva fame, il padre o la madre raccontavano una storia su una creatura, chiamata il Ladro di Mezzanotte, che rubava i bambini e li cucinava dentro un calderone nella sua tana, cioè le fogne.

C'era un bambino che si chiamava Billy. Lui la definiva una stronzata e così decise di intrufolarsi nelle fogne con un paio di amici, per rivelare che la storia del Ladro di Mezzanotte era falsa.

Diretti alla linea principale delle fogne, tre degli amici di Billy scapparono perchè avevano paura. Billy li chiamò fighette e proseguì con il suo amico Chuck, l'ultimo rimasto. Arrivarono in fondo alle fogne e Billy giurò di aver visto qualcosa, così avanzò prima lui. Dietro c'era Chuck che lo seguiva.

15 secondi dopo Chuck sentì gridare aiuto da parte di Billy, così seguì le urla.

Chuck seguì la voce di Billy, finchè non lo trovò in una gabbia che penzolava su un grande calderone, pieno di acqua bollente e verdure. Billy disse a Chuck di dimenticarsi di lui, di correre a casa e di dire a tutti che il Ladro di Mezzanotte esisteva.

Quando Chuck si girò, lo vide.

Indossava un lungo abito nero, con una polverosa Pandora, ed era alto 2 metri. Prima che Chuck potesse dire una parola, il Ladro afferrò un mattone e colpì la sua testa. Poi, lo gettò nella gabbia insieme a Billy e schiacciò un pulsante, che lentamente fece scendere la gabbia nell'acqua bollente.

Il Ladro cominciò a ridere e disse che quella sera avrebbe festeggiato.

Billy e Chuck furono bolliti vivi e consumati dal Ladro quella notte.

15 anni dopo la polizia trovò le ossa di due bambini nel sistema fognario con una nota vicino...

Lunga Vita al Ladro di Mezzanotte.


Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.