FANDOM


La leggenda narra di uno strano essere polimorfo dallo sfigurato aspetto e dalle inquietanti abitudini – se così possiamo definirle. Nessuno possiede prove certe a favore dell’esistenza di questa misteriosa creatura, di cui non si conoscono nemmeno il sesso o la specie. Visto che penso sia incoerente riferirci a questo spietato essere come ad una persona, da adesso in avanti mi riferirò alla creatura con il nome “It”.

Questa contorta e diabolica entità nasce nella mitologia greca, con il nome di Empusa, la quale figura si distingueva dagli altri “mostri” per la sua capacità di assumere diverse forme al fine di ingannare i passanti, attirarli e divorarli.

Negli ultimi anni, nonostante la scarsità di prove precise, abbiamo notato – io ed un gruppo di appassionati del paranormale - che il campo di azione di It si è ristretto alle abitazioni e ai nuclei familiari. Probabilmente, a causa dell’incremento demografico e del consecutivo intensificamento della costruzione di strutture varie, It è stato costretto a stabilirsi in luoghi chiusi, come le nostre case. Ovviamente, questo fantomatico essere avrebbe potuto benissimo scegliere una residenza in cui avrebbe destato meno sospetti o non avrebbe attirato l’attenzione di occhi curiosi. Infatti, e vi dirò la verità, se It avesse scelto di risiedere in un edificio abbandonato, sicuramente io ed i miei amici, nonostante esperti nel campo, non saremmo riusciti a trovare sue tracce e a condurre le nostre indagini come abbiamo fatto negli ultimi tempi; It, comunque, ha bisogno di nutrirsi e dubito che in un edificio abbandonato avrebbe trovato spuntini umani di cui sfamarsi. Allora, quale altro luogo avrebbe potuto scegliere se non case abitate da numerose famiglie che gli servono un succulento spuntino su un piatto d’argento?

Avendo studiato le possibili strategie di assalto dell’essere e le modalità con cui agisce, abbiamo ipotizzato vari scenari, uno più cruento dell’altro. Vorrei sottolineare che la creatura molte volte agisce seguendo i suoi istinti e che, quindi, le sue azioni spesso sono imprevedibili. Qui sono illustrate alcune delle tattiche che abbiamo scoperto:

In alcuni casi, It decide di attaccare l’intera famiglia, precedentemente scelta come nuovo “pranzo”, indiscriminatamente e ne deriva una strage violenta e feroce con la conseguente morte dei membri della famiglia “in condizioni misteriose”.

Come ho già detto, poi, It potrebbe colpire senza alcun criterio o escogitando dilemmi sempre più complessi di cui dobbiamo ancora trovare una soluzione.

Una delle tattiche più efficaci e astute che It abbia mai architettato è quella che sto per esporvi: Moltissime volte It aggredisce prima i genitori – o gli adulti - presenti nella famiglia: coloro che hanno vissuto le atrocità della vita e che, presumibilmente, gli offrono un’essenza meno prelibata rispetto ad un’anima pura e dolce di un bambino o di un ragazzo. Una volta consumato il primo pasto, It assume l’aspetto dei genitori defunti, scomponendosi in due corpi differenti, e continua a vivere la vita delle persone in cui si trasforma, facendo credere agli innocenti bambini o succulenti teenager di essere al sicuro. Ovviamente fino al momento giusto…

Non sappiamo ancora con quali criteri It scelga le proprie vittime – forse non vi sono affatto dei criteri particolari – per quel che so potrei essere io stessa la sua nuova preda; ma abbiamo finalmente capito come fare a riconoscere se la creatura ci ha presi di mira. Tuttavia possiamo scoprirlo solo nel caso in cui egli adotti l’ultima tattica precedentemente illustrata: It non può cambiare il suo riflesso nello specchio che resterà quello della sua forma originale, anche se assume forme diverse.

Inoltre, sappiamo che se It si sostituisce ai vostri genitori, nonostante ne copi le apparenze, non ne acquisisce le conoscenze.

I vostri genitori si dimenticano facilmente avvenimenti del passato o non se ne ricordano affatto? Evitano di guardarsi allo specchio in vostra presenza? Se fossi in voi, io controllerei.

Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.