Creepypasta Italia Wiki
Advertisement
Creepypasta Italia Wiki

Diario d'Inverno, Giorno 12

Avevo detto che non ci avrei mai scritto nulla. Non sono mai stato una persona che tiene un diario. Mia moglie me l'ha dato prima di partire e ha detto che ne avrebbe iniziato uno anche lei.

Ci aiuterà a superare la mancanza dell'altro, disse. Credo che lei sapesse che ne avrei avuto bisogno. Hai ragione come sempre, Diane.

Non ho scritto nulla durante l'estate. Ero troppo occupato, credo. Avevo sempre da lavorare. Ci sarà meno da fare dopo l'inverno, mi hanno detto. Fino alla prossima estate dobbiamo occuparci solo della gestione della base. Scriverò qualcosa nel tempo libero.

La ragione per cui ho iniziato a scrivere è... qualche giorno fa hanno fatto la maratona annuale. È una tradizione qui. Dopo che se ne sono andati tutti i membri del personale estivo, guardano uno dopo l'altro "La Cosa" e "Shining". Li ho visti insieme a loro e non riuscivo a dormire. Ho avuto gli incubi. Mi sono sentito come un bambino per essermi fatto spaventare da dei film del genere.

Così, ho iniziato a scrivere. Non c'è nessuno qui a cui mi senta di parlare di questo. Tutti i miei amici se ne sono andati prima della stagione invernale. Al momento ci sono solo poche dozzine di persone qui e non conosco molto bene nessuno di loro.

Mi manca già mia moglie... ma rimuginarci su non farà altro che far sembrare più lungo questo inverno.


Diario d'Inverno, Giorno 20

So già che sarà impegnativo ricordarsi di scrivere.

Perché passare l'inverno nell'Antartico non è già abbastanza duro, vero?

Quando la notte dura sei mesi è difficile persino avere un ritmo regolare di sonno. Il che tra l'altro è davvero ottimo per quando hai degli incubi.

Non riesco neanche a completare la mia ricerca. Sto monitorando le temperature degli ultimi undici giorni come parte di uno studio sui cambiamenti climatici. Lunedì: freddo. Martedì: freddo. Mercoledì: freddo. E così via.

Il lato positivo è che oggi abbiamo visto alcuni pinguini all'esterno. Questa è una novità. Solitamente non si spingono così tanto lontano dalla costa. Alcuni di noi stanno dicendo per scherzo di uscire fuori e giocare con i pinguini ma quello scienziato capo - Joseph? Johnston? Qualcosa con la J. Lo chiamerò Johnston - ci ha fatto un discorso su quanto sarebbe pericoloso. Non mi è mai piaciuto Johnston. Non ha senso dell'umorismo.


Giorno 27

Fa ancora freddo. Non c'è stato nessun cambiamento.

L'altro giorno è entrato un pinguino all'interno della stazione. Alcuni membri del personale di supporto sono andati nel panico e ci hanno mandato tutti a controllare ogni centimetro della stazione alla ricerca di una porta rimasta aperta o di un pannello del muro rotto da cui il pinguino possa essere entrato, per assicurarsi che non moriremo congelati. Non abbiamo trovato nulla.

Uno degli altri scienziati - Winstead - ha cercato di convincerci tutti che dovremmo tenerlo con noi. Johnston ha bocciato l'idea. Ha detto che non abbiamo l'ambiente adeguato per prendersi cura di un pinguino.

L'abbiamo lasciato andare fuori. L'ho osservato per un po'. Vagava intorno, senza andare in nessuna direzione in particolare, per circa quindici minuti. Dopodiché, ho smesso di guardarlo.


Giorno 35

Sto notando qualcosa riguardo il clima. Fa ancora freddo, ovviamente, ed è così da quando è iniziato l'inverno... e continua a diventare sempre più freddo. La temperatura scende in media di 0,7 gradi Celsius ogni giorno. Al momento è - 47.

Probabilmente non è indicativo di nulla di importante. Solo che le cose andranno sempre peggio.

Oggi il pinguino è ritornato. Nessuno sa come abbia fatto. Il personale di supporto ci ha mandato ancora a cercare un'apertura. Non abbiamo trovato nulla neanche questa volta.

Mi è venuto incontro mentre stavo controllando una porta. È arrivato a una trentina di centimetri da me e ha inclinato la testa come se si stesse chiedendo che cosa stessi facendo. Mi sono chiesto che cosa pensasse della stazione e degli uomini. Probabilmente non aveva mai visto un essere umano prima d'ora.

L'abbiamo riportato all'esterno. Winstead non ci ha aiutato. Credo che facesse sul serio sul quando l'altro giorno diceva di tenerlo qui.

I miei incubi stanno cominciando a diminuire.


Giorno 45

La temperatura continua a scendere incessantemente. Oggi ci sono 57 gradi sotto lo 0.

Il pinguino è arrivato di nuovo. I membri del personale hanno avuto varie reazioni. Ovviamente, se un animale selvatico continua a entrare ci deve essere un'apertura ma è solo un pinguino, che male può fare, e così via, e così via.

Johnston ormai ha lasciato perdere. Il pinguino va e viene a suo piacimento.

Winstead si è affezionato all'animale. Lo segue per la stazione, gli dà da mangiare e a volte cerca di giocarci assieme. Lo ha chiamato Topper. Per me può andare.

Alcuni scienziati sono molto confusi riguardo Topper. Uno di loro - credo che il suo nome sia Blackwell - ha detto che il suo piumaggio non corrisponde a nessuna specie conosciuta e che solitamente i pinguini non arrivano così tanto nell'entroterra. Forse abbiamo scoperto una nuova specie.

Certi sono addirittura spaventati da esso. Credo che sia colpa dell'isolamento. È soltanto un pinguino. I miei incubi sono completamente scomparsi. Sono contento. Ora posso dormire tranquillamente.


Giorno 50

Ora tutti si stanno scaldando per questo pinguino.

(Ah ah. Scaldando. Magari. Sta diventando sempre più freddo.)

(61 gradi sotto lo zero.)

Alla fine anche Johnston si è lasciato scappare un sorriso quando Topper si è diretto verso di lui.

Winstead sta diventando un po' strano, però. Alcuni degli scienziati vorrebbero fare qualche test. Cercheranno di capire se questo pinguino appartiene davvero a una nuova specie. Winstead non glielo lascierà fare. È come se fosse una madre e il pinguino il suo bambino, o qualcosa del genere. È così tenero.

Vorrei sapere cosa ne pensa Topper.


Giorno 60

Winstead è scomparso.

Sono tutti spaventati.

Ci sono delle impronte che si allontanano dalla stazione. Perché avrebbe dovuto correre via? Non ci sono altri esseri umani per chilometri.

Johnston insieme ad alcuni membri del personale hanno preso un gatto delle nevi e sono usciti per cercarlo. Johnston ha detto che prima sarebbero partiti, maggiori saranno le possibilità di ritrovare Winstead vivo. Ritorneranno il più presto possibile.

Topper non sembra rattristato dalla scomparsa di Winstead. I pinguini possono diventare tristi?

Certe volte me lo domando. Assomigliano così tanto a delle persone in miniatura che qualche volta mi chiedo se siano in grado di pensare come le persone.

Probabilmente no. Sono solo uccelli, dopotutto. Però... forse.

Spero che Winstead stia bene. Non eravamo buoni amici ma era uno a posto.


Giorno 67

Winstead non è ancora tornato.

Neanche Johnston e gli uomini andati con lui.

Scometto che a Topper mancherà Winstead. Erano come due piselli in un bacello.

Oggi è arrivato un altro pinguino. Assomiglia a Topper. Adesso ha un amico.


Giorno 75

Sempre più scienziati e membri del personale stanno scomparendo.

Sono sicuro che stanno bene. I pinguini si prenderanno cura di loro. Si sono presi cura di me. Sono stati così gentili.


Giorno 81

Mi sono reso conto che ho dimenticato di misurare le temperature.

Ci sono 83 gradi sotto lo zero oggi.

Mi sto stancando del personale. Corrono avanti e indietro in preda al panico per tutto il tempo. Sono sicuro che Winstead, Johnston e gli altri stiano bene. Sono certo che si stiano divertendo. Lo so.

Ora i miei sogni sono migliori che mai. Riesco a ricordarli con chiarezza quando mi sveglio.

Ci sono sempre dei pinguini.


Giorno 90

Qualche giorno fa la temperatura è scesa a 100 gradi sotto zero. È ancora così da allora.

Ci sono più pinguini adesso. Otto? Dieci? È difficile contarli.

Sono contento di essere in grado di capirli quando parlano tra loro ora. Mi sentivo un po' messo da parte.


Giorno 100

Ancora 100 sotto zero.

Non vedo nessuno della squadra di supporto da qualche giorno.

Né alcun scienziato.

Qualche giorno? Quanti? Non riesco a ricordare.

Va bene lo stesso. Ho dei nuovi amici adesso.


Giorno 111

Ancora 100 sotto zero.

Oggi ho trovato una foto nella tasca. C'ero io e qualcun'altro. Era mia mia

Non mi viene la parola.

Né ricordo chi sia.

Ho chiesto a Topper che ne pensasse. Mi ha detto di dimenticarmi di tutto. Mi fido di lui.

Ci sono altri pinguini ogni giorno che passa. Ancora e ancora.


Giorno 126

Ancora 100 sotto zero.

Oggi ho dimenticato qual è il mio nome. Ce l'avevo sulla punta della lingua. Mi è sfuggito.

Ho chiesto a Topper di darmi un nuovo nome. Ha solo starnazzato verso di me. Non sono riuscito a capirlo. Ho pianto per un po' ma poi sono andato a dormire. Mi sento meglio appena alzato.


Giorno 144

Ancora 100 sotto zero.

Ho iniziato a dare dei nomi agli altri pinguini.

Penso che quello alto assomigli a Winstead.


Giorno 156

Ancora 100 sotto zero.

Oggi Blackwell è venuto a trovarmi a lavoro. Non saprei dire quale Blackwell.

Abbiamo avuto una bella conversazione. O almeno l'ho avuta io.


Giorno 164

Ancora 100 sotto zero.

Io ho studiato i cambiamenti climatici. Il riscaldamento globale.

Che ironia.

Niente si sta riscaldando.

Chi lo vorrebbe?


Giorno 202

Ho dimenticato di misurare la temperatura oggi. Spero faccia ancora freddo.

Ho perso un dito del piede oggi. Non mi ha fatto male. L'ho dato a Johnston. È quello che ha sempre voluto, dopotutto.


Giorno 267

Troppi giorni. Troppi giorni se ne sono andati.

Qualche volta sento la mancanza di Blackwell, di Winstead e degl'altri. Anche di Johnston. Gli umani. Non i pinguini. I pinguini sono qui. Sono ancora qui.

Mi fanno compagnia. Parliamo insieme. Sono la mia famiglia adesso. Io li amo.

È tutto per adesso. Diane vuole dirmi qualcosa.


giorno 365

è veramente passato un anno?

non mi sembra... forse ho sbagliato a contare

ma spero di no

il primo anno con i pinguini

e ce ne saranno molti altri


giorno 445

credo sia il mio compleanno?

vorrei che avessimo una torta

non si può avere tutto ciò che desideri

me l'ha detto topper


giorno 496

andiamo tutti a fare un pupazzo di neve

facciamo gli angeli nella neve

per favore


655

non è rimasto molto cibo

comunque non è per me

lo darò ai pinguini


1096

Spolpatevi le mie ossa pinguini

vi amo

fatemi diventare parte di voi

vi amo

vi amo tutti

--

Promemoria per il dottor Livingstone

Da: David T. Potts

Oggetto: L'incidente della base Amundsen-Scott

Signore, abbiamo completato le nostre indagini preliminari e ci sono alcune cose che dovrebbe sapere.

I membri della squadra della stagione estiva che hanno scoperto il corpo del dottor Dahle hanno dichiarato che era ancora in vita alla fine dell'estate scorsa ma dai test sul cadavere risulta che è morto oltre tre anni fa. Ovviamente per assideramento, non per inedia.

Non siamo stati in grado di trovare nessuno degli altri membri della squadra invernale, quindi almeno quella parte del diario potrebbe essere vera. Tuttavia, non abbiamo trovato nessun corpo. Né pinguini di alcun genere.

Raccomando ulteriori indagini.

Advertisement