Creepypasta Italia Wiki
Advertisement
Creepypasta Italia Wiki

Li sento.

Si sono fatti strada nella mia carne, in profondità. Non riesco a vederli ma percepisco i loro micro-movimenti. Brulicano dentro di me. Si stanno cibando del mio corpo, ne sono sicuro.

Mi guardo il palmo della mano ed è pieno di buchi; piccoli, minuscoli buchini. Sono entrati da qui, mangiando la mia pelle e poi i miei muscoli. Si sono annidati tra le ossa del metacarpo. Hanno deposto uova. Si sono moltiplicati. E continuano a muoversi. In continuazione. In ogni singolo momento.

Non riesco a pensare ad altro. Non riesco a concentrarmi su altro. Loro sono lì dentro.

I dottori continuano a non trovare niente. Mi dicono di rilassarmi, mi prescrivono farmaci. Mi prendono per stupido, pensano che sia pazzo. Pensano mi stia inventando tutto. Ma loro ci sono. E si muovono. E mangiano.

Il formicolio dentro la mano sinistra sta diventando insopportabile, non riesco più a resistere. Basta, devo fare qualcosa.

Prendo delle pinzette e cerco di afferrare un'estremità di uno di quei cosi nella mia mano ma le dimensioni delle punte sono troppo grandi per il foro. Continuo a pizzicarmi la base del pollice finché riesco a strapparmi via un pezzetto di carne. Così finalmente riuscirò a raggiungerli. Spingo le punte delle pinzette più in fondo ed inizio a cercare, tirandole fuori con uno scatto ogni volta che penso di aver afferrato qualcosa. Ma sto solo strappandomi la carne, loro sono troppo furbi per farsi prendere.

La mia mano sinistra è grondante di sangue ma non importa, tra poco sarà tutto finito e vivrò serenamente. Devo solo riuscire a toglierli definitivamente.

Cambio strategia e passo al bisturi. Incido il palmo partendo dal pollice, inserendo tutta la lama all'interno della carne: loro si nascondono in profondità. Continuo a tagliare verso la base dell'indice e proseguo verso il medio, anulare ed infine arrivo alla base le mignolo. Il dolore è lancinante ma sto per finire, sto per avere la meglio su questi esseri.

Sollevo un lembo di pelle fino a staccarlo e lo tiro fino a farlo arrivare al polso. Ora il mio palmo è completamente scoperto, non possono nascondersi più.

Eppure perché non li vedo? Come fanno a nascondersi così bene? Comincio a vedere offuscato ma non è ancora il momento di riposarsi, non posso lasciarli qui.

Sgrano gli occhi e corro in garage. Apro la cassetta degli attrezzi e prendo un seghetto. Se tolgo via tutta la mano allora loro se ne andranno anche. Appoggio la lama dentata sul polso e lentamente la faccio scorrere in avanti, tagliando una vena che inizia a far sgorgare sangue a fiumi. Mi sento davvero stanco, sto per lasciare la presa sul seghetto ma non posso mollare ora. Appoggio il dorso della mano sul tavolo del garage ed inizio a tagliare furiosamente, mettendoci più forza che posso. Continuo a lacerare la vena, passando poi al tendine. Arrivo all'osso ed allora continuo a far scorrere il seghetto premendo ancora di più ed in un unico urlo arrivo dall'altro lato del polso.

Mi sdraio per terra, lasciando la mia mano sinistra sopra il tavolo ricoperto di sangue.

Ci sono riuscito.

Finalmente sono libero.

Il polso sta spruzzando sangue sul pavimento ma non m'interessa.

L'unico problema, adesso...

...è che anche la mano destra inizia a formicolarmi.


Trypophobia
Advertisement