FANDOM


Ahhh... i poemi greci. Quei poemi che ispiravano all'eroismo, al coraggio, alla fedeltà e al senso di dovere verso la patria. Peccato che il presente non sia così del tutto. Quei pochi valori positivi che questi governi malati tramandano sono forzati. Siamo nell'anno 4891, e il nostro mondo ancora esiste, a dispetto dei nostri avi che nel 2012 credevano alla fine di esso. Beh, si sbagliavano. Ma certo non potevano immaginare la sua frammentazione in tre potenze in lotta fra di loro.

Detto così sembrerebbe normale, come sempre. Ma non lo è.



I nostri avi nel 2012 non erano ingenui. Sospettavano di organizzazioni segrete che tentassero di distruggere la loro libertà.

Effettivamente successe davvero, e non vinse il popolo.

Vinsero i governi.



Da quel giorno, la nostra esistenza fu terribile, e lo è ancora. Veniamo costantemente monitorati, giorno per giorno. Non importa chi o cosa, non importa quando, non importa perché o come. Per "il bene comune", a detta loro, la privacy non esiste più.



Però esistono le censure. Il passato storico mondiale è censurato: i governi lo modificano a proprio piacimento per fare in modo che esso rifletta la loro "purezza"... purezza. Dire che il proprio partito è puro, censurando le informazioni "scomode" per esso e "assicurarsi la sicurezza" dei suoi cittadini togliendogli la privacy sarebbe "da partito puro"? Senza contare come ci siano dei Ministeri, di cui ognuno pensa a un risvolto di quella schiavitù che attualmente si chiama "VITA". Economia, Amore... E varie voci dicono ci sia qualcuno a capo di tutto questo, il cui volto è sconosciuto. Chissà.



La libertà è un bene comune, ce lo hanno tolto da molto tempo. Avremmo dovuto prestare attenzione ai nostri avi nel 2012. Loro lo dicevano: "Nuovo Ordine Mondiale". E noi, che abbiamo reagito in malo modo. Che sciocchi che siamo stati... è proprio vero. Ci si rende conto del valore delle cose solo quando le perdiamo, proprio come noi ora con la nostra libertà. Sono affiliato a questo partito, e me ne vergogno altamente. Ma non posso dissociarmi da esso, o mi manderebbero a casa gli "espedienti" per convincermi. Oltretutto, come dirgli di no in una situazione del genere?



Comunque, la ragazza che mi piace pensa come me, nonostante sia anche lei affiliata al partito. E un mio amico, importante funzionario, è con noi e ci aiuterà. È un sollievo pensare che ci sarà sempre qualcuno che la pensa come te, anche in casi così estremi.









Ora devo andare, gli avevo promesso di incontrarci. Dovevamo discutere riguardo alla collaborazione con dei ribelli. Spero che non succeda nulla di male.






-Winston Smith




Big-Brother-Is-Watching-You-94815124855









Vota questo racconto:

Voto complessivo:

È necessario registrarsi e collegarsi dal browser per poter votare e visualizzare i risultati.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.