Creepypasta Italia Wiki
Advertisement
Creepypasta Italia Wiki

Joel aveva un labrador retriever con una macchia nera sulla schiena. Sua sorella, una cantante pop agli albori della sua carriera, ma già decentemente famosa, l’aveva trovato sul ciglio della strada a pochissimi giorni dalla nascita, dopo aver perso per sempre un cugino per colpa di un malvivente.

All’inizio non voleva prenderlo con sé, ma alla fine il buon animo ebbe la meglio. Se ne prese cura per tutto il tempo, dopo essersi assicurata che non appartenesse a nessuno e non si fosse semplicemente perso.

I peli neri sulla schiena di Miki – questo era il nome dato al cane dalla sua nuova famiglia – proprio non si capiva da dove venissero.

Tuttavia, ciò non importava: fino ai suoi cinque anni era sempre stato sano e forte.

Non sarebbe durato a lungo e Joel, adolescente quindicenne praticamente cresciuto con lui, cominciava a capirlo.

Lo accarezzava spesso sulla macchia e sulla testa, cosa che Miki adorava, mentre lo portava a passeggiare (il che accadeva ogni volta possibile), e insieme si riversavano come fiumi tra i campi densi di fiori, nello splendore accecante della primavera.

Joel sperava con tutto il cuore che non stesse succedendo niente.

Finché un giorno il cane non cominciò a dare segni di malessere più forti del solito.

Quando il ragazzo capì che i dottori non sarebbero riusciti a salvare il suo amico, cominciò a pregare giorno dopo giorno, spesso tra le lacrime.

Ma non sembrava esserci nient'altro di possibile che non anelare al miracolo.

Fu a casa, poche settimane più tardi, che successe qualcosa di molto strano.

Miki stava male. Vomitava sangue sul pavimento e il suo amato Joel lo stringeva, singhiozzando forte.

Aveva già chiamato i genitori; erano fuori casa e stavano accorrendo. La sorella era in tour europeo già da prima che Miki cominciasse a stare male sul serio.

Stringendolo sempre di più e abbandonandosi al pianto, mentre pregava per l’ennesima volta, Joel si accorse a un certo punto del respiro del cane.

In modo rincuorante, era tornato regolare.

La gioia fu certo momentanea, perché Joel pensava che il momento fatale fosse semplicemente stato ritardato. Tuttavia le analisi mediche furono chiare: il disturbo di Miki era regredito di colpo, senza apparente spiegazione.

In compenso, la salute di sua sorella peggiorò all’improvviso.

All’inizio nessuno riuscì a capire, tantomeno i dottori.

Finché qualche giorno dopo Joel seppe la verità.

“Ci lascia oggi per una malattia tremenda, che la ha colpita in modo fulmineo, Larisse DeLousienne…”.

Joel cambiò canale. Ma anche lì davano la tragica notizia della dipartita di sua sorella.

“...Morta a ventun anni Larisse DeLousienne. I medici non riescono a spiegarsi le ragioni della malattia né le cause. Era stata ricoverata lo scorso 12 luglio per delle analisi in seguito a un improvviso malore che non le ha lasciato scampo”.

Miki era guarito proprio quel giorno.

Nel mare denso e nero del lutto, lentamente, strane idee cominciarono a farsi strada nella mente di Joel, quando gli venne in mente un fatto semplice ma bizzarro: suo cugino era morto per colpa di un proiettile alla schiena proprio nei giorni in cui il suo amico peloso era nato.

E, considerati i maltrattamenti subiti di nascosto, anche quella volta, in modo intenso, aveva pregato.




Scritta da Dr. Woland

Il contenuto è disponibile sotto licenza CC BY-NC

Advertisement