Creepypasta Italia Wiki
Advertisement
Creepypasta Italia Wiki

<<Ehi, ehi svegliati! Ti sembra il momento di riposare soldato?>>.

Quella voce ti spalanca gli occhi come serrande e vedi: sei in trincea, e il fumo nero divampa nell'aria. Le esplosioni sfarfallano nel terreno come rombi di tuono. Non hai paura, non senti dolore.

Vedi soltanto i tuoi compagni tedeschi far fuoco contro gli americani che avanzano come vespe infuriate, urlando, facendo fuori chiunque gli si pari davanti. Ti sdrai sull'argine di un grande fosso, sul quale giacciono decine di cadaveri fatti a pezzi dal piombo letale.

Poi i tuoi occhi ricadono a sudovest, dove una gradevole donna con una bambina al fianco tiene sollevato verso il mare un aggeggio scuro e rettangolare. Sono vestite in modo alquanto bizzarro, quasi indescrivibile per te. Con la coda dell'occhio, alla tua destra, vedi passare un carro armato che si fa strada tra i corpi.

È arrugginito ed esploso dalla canna alle estremità e avanzando emette un forte rumore gracchiante. Ritorni alle due femmine, giusto in tempo per vedere un americano correre verso di loro, urlando come un toro scatenato. Inizi a correre verso di loro, più veloce che puoi e quando ti ritrovi a soli pochi metri di distanza da loro e il soldato americano, ti avventi sulle due donne, gettandoti a terra come un portiere durante una delle sue peggiori partite a calcio.

Sdraiato sulla schiena, punti poi il fucile contro l'americano, che cade a terra in silenzio.

Un forte brivido ti ripercorre la schiena quando vedi le due femmine ancora in piedi davanti a te, immerse nel loro strano "hobby" quotidiano.

Poi a sinistra vedi il maggiore che corre verso il bagnasciuga con le interiora aggrovigliate tra le gambe e il braccio sinistro amputato, la cui carne lacerata penzola sanguinante dalla ferita. Poi lo vedi immergersi nell'acqua salata tra le sbarre anticarro, fino a vederlo sparire tra le acque morte.

Ti rigiri verso il decesso, giusto in tempo per vederlo sgretolarsi, divenendo cenere nell'aria. Poi un qualcosa comincia a solleticarti il volto.

Ti fregi la fronte e ti guardi la mano.

Sangue.

Solo ora ricordi perfettamente.

Ti strappi via quel proiettile dalla tempia aperta come un melone.


Quel maledetto proiettile, se solo tu avessi abbassato la testa... come ti era stato ordinato.

Untitled

Advertisement