Creepypasta Italia Wiki
Advertisement
Creepypasta Italia Wiki

Frequento il secondo superiore dell'indirizzo "scienze umane" in un plesso abbastanza malandato che si trova in un paesino di montagna, circa l'80% di chi frequenta questa scuola proviene da una cittadina che dista a circa 15 minuti da questo pseudo-borgo, io compreso.


La strada per arrivarci è dissestata e pericolosa, pericolo aggravato anche dal fatto che gli autobus che la pubblica istruzione ci fornisce sono di linea, di conseguenza, non adatti ad un tratto di strada non asfaltata.


Nonostante il pericolo però, mi piace frequentare quel luogo, per svariati elementi che esso racchiude: l'architettura antica delle sue strade , le materie che si possono apprendere e il paesaggio che si può ammirare da quel mezzo di montagna dimenticato da Dio, è semplicemente perfetto, mi ispira, mi ispira a fare cosa, direte voi. A elaborare nuove idee, nuove ipotesi, nuove teorie...nuove convinzioni.


Ho modo di poter elaborare il tutto nell'arco delle 7 ore giornaliere in cui mi trovo in quel luogo, a dirla con parole povere, sono un asociale che non da confidenza a nessuno. Lasciando stare il mio modo di relazionarmi alle persone, la mia convinzione primaria afferma che esista una forza superiore che ci ha creati, ma anche che, non esiste il bene, se non esiste il male, di conseguenza, le scelte sono due: seguire la luce, dove tutto ti è messo davanti gli occhi così com'è, oppure, seguire il male, dove puoi sperare che ciò che si cela dietro le tenebre sia un qualcosa di migliore


La mia scelta è stata semplice, scegliere il male, il buio, le tenebre. Il perchè? Per il semplice motivo che non ha senso vivere sapendo che il "bene" che ci si para davanti è soltanto un fottuto presente dove il 99% della gente soffre, piange, ed è infelice, non resta che scegliere il buio così da immaginare un qualcosa di migliore, qualcosa che va oltre il limite umano concesso dai cinque sensi.


Alla mia scelta però, sussegue un forte senso di curiosità che mi spinge nel voler sapere cosa c'è oltre questa coltre di tenebre senza poter rispettare le linee biologiche o artificiali prefissate dal destino, così, ho deciso di sperimentare in prima persona l'esperienza di aldilà abbandonando questo corpo da umano, decidere come farlo è stata una scelta molto combattuta...sono una persona molto generosa a volte, sapete? Ho deciso di condividere la mia esperienza insieme a tutti quei miei coetanei che passano il mio stesso tempo nel mio stesso luogo, così, ho deciso di manomettere l'autobus, in modo tale che alla curva che si affaccia sullo strapiombo più alto che sottostà alla strada dissestata, perderà aderenza e andrà di sotto per almeno una quarantina di metri.


Tra pochi minuti toglierò quell'odiosa ma affascinante maschera che il Creatore diede alla vita nell'alba dei tempi.

Advertisement