Creepypasta Italia Wiki
Advertisement
Creepypasta Italia Wiki

Racconto scritto da Girly026

«Agata!»

La bimba mi venne incontro, come di suo solito ogni mercoledì, quando passo un pomeriggio con lei per guadagnare qualche soldo.

Mi è sempre piaciuta questa bambina, così allegra e sorridente, mai pianto o fatto capricci. Eppure allo stesso tempo riusciva ad inquietarmi, e alle volte anche parecchio.

Congedai i genitori con la mia solita dolcezza e gentilezza e ci ritrovammo solo noi due, casa deserta, come sempre.

Per i primi strazianti minuti tra noi due non volava neppure una mosca, c'era un silenzio tale che quasi quasi riuscivo a percepirlo nelle ossa e sentirlo con le orecchie.

Ma la cosa che rendeva il tutto ancora più inquietante era quel maledetto vecchio pendolo nel salotto, che spezzava quel silenzio tombale con i suoi rintocchi sinistri.

Oh, quanto lo detestavo.

La bimba ci si sedeva sempre davanti, rimanendo immobile a fissare quei numeri talmente impolverati e rovinati che a stento si riconoscevano. Poi si girava a guardare la porta e sorridere.

Ogni volta che faceva così rimanevo immobile anche io, senza aprire bocca, qualcosa mi diceva di non farlo.

Ma quel giorno no. Mi feci vincere dalla curiosità, povera sciocca.

«Tesoro, che cosa osservi?» Le chiesi, tentando di non scoppiare in lacrime prima ancora di sapere.

Lei si voltò e mi sorrise. A me. Un ghigno ancor più maligno, gli occhi talmente adombrati che se mi sforzavo ad immaginare potevo benissimo vederli sparire del tutto.

Tre strazianti rintocchi.

Il buio, che fosse saltata la correte o che stessi svenendo.

Poi risate di bambini, felici, storpiate.

Sentivo un altro paio di occhi su di me.

«Mio fratello è morto ora, mi viene a trovare»

Fratello?

Qualcosa questa volta mi spinse a voltarmi, e di scatto, un'improvvisa fretta.

Nulla?

Oh, no.

Lo vedevo, chiaramente, sulla soglia della porta c'era una piccola figura che camminava verso di noi. Mi fissava. Non l'avevo mai visto. Maledetto quel giorno.

Era un bambino, ma la testa gli pendeva da un lato del collo, e sorrideva pure lui, ed aveva gli occhi inesistenti pure lui.

Advertisement