Creepypasta Italia Wiki
Advertisement
Creepypasta Italia Wiki

Era notte fonda e mi guardai attorno nella stanza buia. Sorprendentemente, ero sveglio nonostante l'ora tarda. In un angolo, vidi una strana ombra. Sembrava quella di un essere umano, ma, per qualche motivo, la faccia era tutta sbagliata. Quando passai fuori dal lato in ombra della mia camera da letto, vidi il perché. La sua faccia era una sorta di mix tra uccello e uomo, con bocca e naso allungati e affilati, ma a differenza di un uomo o di un uccello, c'erano solo nere profondità dove gli occhi avrebbero dovuto essere, come se quella parte di esso fosse solo uno scheletro. Nonostante la mancanza di occhi dell'essere, sembrava guardare in profondità nella mia anima, quasi come se la stesse raggiungendo...

Mi svegliai di soprassalto. Solo un sogno, pensai. Mi guardai intorno alla mia stanza. Della luce proveniva dalla stufa in cucina. Potei vedere chiaramente che non c'era nulla di straordinario nella mia stanza. Voltai le spalle alla porta e quello che vidi riflesso in uno dei miei poster fece fermare il mio cuore. Era lì, che mi fissava nello stesso modo in cui aveva fatto nel mio sogno. Guardai verso la porta velocemente e tirai un sospiro di sollievo, non vedendo niente. Voltai di nuovo le spalle alla porta. Il suo riflesso era ancora lì, ma questa volta sembrava più vicino. Immaginando che fosse solo un'immaginazione iperattiva dal sogno, richiusi gli occhi e mi riaddormentai. Quando mi svegliai la mattina, ero esausto, dato che avevo continuato a girarmi ed agitarmi di notte. Attraverso i miei sogni, l'uomo-uccello non mi aveva lasciato solo. Mi alzai e andai in bagno. Accesi il lavandino e spruzzi d'acqua bagnarono la mia faccia. Guardai nello specchio ... era lì, dietro di me. Mi pizzicai per vedere se stavo sognando. "ahia!" Gridai per il dolore. Forse era solo una immagine residua del sogno della notte scorsa. Cercai di trascorrere la giornata il più normalmente possibile, ma ogni volta che guardai in una superficie riflettente, lui era lì. Tutto questo andò avanti per un anno intero. Ogni notte lo sogno, e ogni giorno lo vedo nel mio riflesso, mentre si avvicina sempre di più ogni volta. Anche avvicinandosi, il suo viso era ancora difficile da descrivere, come se l'uomo-uccello fosse ancora lontano. L'ultima volta che guardai, lui era proprio dietro di me. E 'stato questa mattina. Non solo lo vidi, ma per la prima volta potei sentire la sua presenza. In questo momento mentre sto scrivendo questa storia, lo posso sentire dietro di me, in costante avvicinamento. Ho messo uno specchio vicino al mio computer. Forse dovrei guardarlo in questo momento...

... forse ...

Bird man
Advertisement